Torre del Lago Puccini

Il lago, il mare, la movida e la lirica.

L'unico quartiere della periferia di Viareggio è Torre del Lago, un piccolo centro ai margini del lago di Massaciuccoli, famoso per la presenza di Giacomo Puccini lì dal 1891 al 1921, quando si trasferì a Viareggio.
A Torre del Lago, il Maestro, già colpito dalla malattia che gli avrebbe tolto la vita dopo soli tre anni, trovò l'aria delle torbiere troppo malsana per rimanere.
Sulle rovine dell'antica Torre Guinigi, il musicista ordinò la costruzione di una villa che al tempo confinava con il lago, mentre oggi si trova a una distanza di poche decine di metri.
L'interno, rimasto com'era, conserva molti ricordi di Puccini, come il pianoforte in cui sono nate le sue opere più famose, numerosi arrangiamenti musicali e spartiti, la sua collezione di fucili e la preziosa collezione di mobili Liberty.
In una cappella all'interno della villa sono conservati i resti di Puccini.


Villa Borbone
La villa arciducale dei Borbone nelle vicinanze di Torre del Lago con il suo splendido giardino è raggiungibile percorrendo il Viale dei Tigli.
Su richiesta di Maria Luisa di Borbone, la villa fu progettata da Lorenzo Nottolini, il suo architetto di fiducia, come residenza di caccia. Avrebbe dovuto far parte del sontuoso palazzo reale che l'infanta spagnolo intendeva costruire a Viareggio.
Il progetto non è mai nato, il suo successore, Carlo Ludovico preferì utilizzare i fondi per costruire acquedotti a Lucca, dopo il 1824.

La villa è sede di molti eventi legati al Festival Puccini, comprende una bella cappella costruita nel 1849 da Gheri, con pregevoli dipinti e splendidi ornamenti in marmo. Qui sono conservate le monumentali tombe di Carlo III Borbone, il Duca di Parma e Carlo Ludovico, ultimo Duca di Lucca.

@ Pier Luca Mori 2018

C.F. MROPLC63H25G628D
Camaiore, Lucca (Italy)